A sample text widget

Etiam pulvinar consectetur dolor sed malesuada. Ut convallis euismod dolor nec pretium. Nunc ut tristique massa.

Nam sodales mi vitae dolor ullamcorper et vulputate enim accumsan. Morbi orci magna, tincidunt vitae molestie nec, molestie at mi. Nulla nulla lorem, suscipit in posuere in, interdum non magna.

126° ANNIVERSARIO DEL CLUB ALPINO SICILIANO

San Martino delle Scale – Monreale
Portella San Martino – Monte Caputo
Castellaccio
sabato 08/09/2018


Castellaccio

In occasione del 126° anniversario del Club Alpino Siciliano sarà dato seguito al presente programma di attività

Portella San Martino – Sentiero Ovest di Monte Caputo

ore 16,00 –Passeggiata ecologica, risalita di Monte Caputo*

La “salita” al Castellaccio dal sentiero Ovest di Monte Caputo, il viottolo più frequentato di accesso al Castello. 20 minuti di comoda passeggiata il cui sforzo viene appagato dalla vista più bella di Palermo dall’alto.

Monte Caputo – Castellaccio

ore 16,30 arrivo e visita del Castellaccio – Stazione Alpina del Club Alpino Siciliano

La visita guidata al Castello illustra le varie parti del monumento de XII secolo, le ipotetiche fasi costruttive, le vicissitudini, gli ultimi lavori di manutenzione, le curiosità, i racconti e le leggende che avvolgono di mistero il Castello

ore 17,30 Dagli Archivi del C.A.S. – mostra fotografica (visitabile fino al 31 ottobre)

 

Castellaccio - 29 maggio 1921

Castellaccio – 29 maggio 1921

Una raccolta di foto storiche delle attività del Club Alpino Siciliano nel corso della sua storia dal 1892 ai giorni nostri. La testimonianza di una società siciliana protesa all'escursionismo ed alle attività svolte sui Monti di Sicilia ed in altri luoghi.

 

 

 

 

 

ore 18,00

Presentazione dell’Archiviazione digitale della rivista SICULA(1906-1950) del Club Alpino Sicilianoa cura della Fondazione Buttitta

La realizzazione di una copia anastatica digitale consultabile della storica rivista di Geografia, Etnologia ed escursionismo del Club Alpino Siciliano curata dalla Fondazione Ignazio Buttitta. Un importante documento storico che ha attraversato un cinquantennio della storia di Palermo attraverso la pubblicazione di articoli, reportage, racconti e narrazioni, tra approccio scientifico e di divulgazione sociale. Il recupero di una memoria di luoghi, fatti e persone che può aiutare sia lo studioso sia l'appassionato a riscoprire luoghi dell'Isola nella speranza che alcuni di essi siano ancora inegri per come descritti cent'anni fa.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ore 20,00

Concerto di CARLO MURATORI

Carlo Muratori è fra i più autorevoli e storici cantautori siciliani. Il suo approccio alla musica tradizionale ha fatto scuola in Sicilia e fuori dall’Isola, ed è stato modello di riferimento per la scena musicale folk dagli anni settanta in poi. Durante la sua quarantennale carriera artistica ha alternato sapientemente l’impegno nel recupero di antichi canti di tradizione orale alla composizione di nuove canzoni. Di questo suo prezioso lavoro è ricca la sua discografia che conta una dozzina di album. Di formazione umanistica ha compiuto studi di chitarra classica, armonia, composizione, direzione di coro. Negli anni settanta ha a lungo collaborato con l’etnologo Antonino Uccello nella catalogazione della sua Casa Museo di Palazzolo Acreide. Nel 1977 ha formato I CÍLLIRI, un gruppo musicale di folk-revival, curandone la ricerca e gli arrangiamenti dei canti. Dal 1987 ha iniziato la sua carriera da solista che spazia in vari ambiti dell’arte e della cultura. Ha firmato nel 1994 un contratto discografico con la CGD Warner con la quale ha pubblicato CANTI E INCANTI nel ’94 e STELLA MARIS nel ’96. Ha collaborato con il poeta Ignazio Buttitta e l’indimenticabile folk-singer siciliana Rosa Balistreri. Un’intensa attività concertistica lo vede impegnato nei cartelloni delle più importanti Rassegne nazionali ed internazionali. Nel 2007 ha scritto " 'Mpare", canzone d’apertura del film L’uomo di Vetro di Stefano Incerti, (vedi il video) prodotto da Rai Cinema e Red Film, in concorso al Taormina Film Fest; nello stesso anno era presente nella colonna sonora del film Liscio di Claudio Antonini con Laura Morante, premiato al Rome Film Fest; è l'autore del testo del brano LUNE cantato dalla Morante in questo film (vedi il video). Per questo brano ha ricevuto la nomination ai Nastri D’argento per il cinema nella sezione miglior canzone originale per il cinema. Nel 2008 ha tenuto una trionfale tournée nel Québec in Canada e ha presentato il suo nuovo cd al mitico Joe’s Pub di Manhattan a New York registrando il tutto esaurito. Nel 2009 ha realizzato un mini-tour in Austria tenendo concerti a Vienna, Salisburgo e Linz (capitale europea della cultura). Nel 2010 è stato invitato dal governo del Canada per la celebrazione dell’International Woman day e ha tenuto concerti a Toronto e successivamente a Brooklyn negli USA. Nello stesso anno ha realizzato una fortunatissima tournée con un omaggio a Domenico Modugno. Nonsolomodugno è stato un concerto narrazione, in cui ha messo in relazione la cultura popolare e la canzone d’autore italiana, descrivendo una delle carriere più strepitose del cantautorato italiano, quella Domenico Modugno e dei suoi capolavori. Nel 2011, in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia ha allestito lo spettacolo POVERA PATRIA, dove ha affrontato i temi dell’illusione unitaria del sud Italia e le disastrose delusioni che il popolo subì per uno Stato che ancora oggi non si è compiuto concretamente. Nel 2013 ha portato sulle scene ARSURA D’AMURI, un concerto che traccia il legame artistico che lega la scuola poetica siciliana al dolce stil novo, alle ottave e agli strambotti popolari, alle poesie di Ignazio Buttitta e alle suo nuove composizioni sulla poetica dell’amore sentimento amoroso. Anche di questo concerto si aspetta una realizzazione discografica.

ore 21,00
CASTLE FOOD: pani cunzatu, sfincione ed altro

Un “must” di Castellaccio: il “pani cunzatu” di Monreale, lo sfincione locale ed i prodotti dell’area di San Martino e dell’Agro di Monreale, in un “concerto” di sapori tra le mura del Castello e con il panorama mozzafiato del Golfo di Palermo, da Mondello a Capo Zafferano.

 

 

ore 21,30
Concerto di ENZO RAO & GIUSEPPE VIOLA in SITUAZIONI SONORE DUO

La ricerca sul suono é l’elemento che caratterizza questo lavoro.
Quelle che Enzo Rao ama definire “situazioni sonore” scaturiscono, infatti, dall’incontro di diverse sonorità che, interagendo, possono creare infinite sfumature così come i colori nelle pennellate di una pittura impressionista.
“Situazioni Sonore” ha come spazio ideale per i suoi concerti un teatro o un ambiente raccolto, dove sia possibile creare un’intensa relazione con il pubblico anche servendosi di una comunicazione a volte minimale o dai toni sfumati.

I colori della tavolozza: Violini, oud, sadz, voce, marranzano, sanza, frame drums, toys, darbouka, wave drum, udu, berimbao, clarinetto, chalumeau, live samples e vari oggetti in grado di produrre suoni.

Dicono di lui:
… musicisti dalle varie esperienze sonore in una soluzione interessante: ci sembra che presentino bene un’anima mediterranea che medita sulle proprie culture, facendole incontrare. Quelle del trio sono sonorità meditate, introspettive. (Antonio Guida – Giornale di Sicilia 18/08/2000)

La caratteristica di Enzo Rao quale musicista-contaminatore lo porta ad abbattere ogni limite geografico e culturale nonché stilistico creando così un meticciato sonoro difficilmente etichettabile che affonda le sue radici nel passato ma che utilizza anche linguaggi musicali contemporanei. (Il Mediterraneo 27/04/2000)

Enzo Rao: violino, oud, saz, effetti, percussioni, computer
Giuseppe Viola: clarinetti, sax soprano, flauti

special guest:
Mario Crispi: flauti arcaici ed etnici

ore 22,30
Discesa dal Monte Caputo a Portella San Martino

La discesa da Monte Caputo dal “Sentiero degli Austriaci” (sud), un percorso molto panoramico che riprende l’antico sentiero di accesso a Castellaccio


informazioni generali sulle attività culturali previste per AlturEstival

Le attività previste al Castellaccio, ai concerti su Monte Mufara, le degustazioni a Rifugio Marini prevedono il pagamento di un contributo per l’organizzazione ed i consumi.
L’ingresso alle attività culturali e agli spettacoli presso i Rifugi è invece gratuito.

Se si è in possesso del flyer pubblicitario del Festival si avrà diritto ad uno sconto di €2,00 ogni €10,00 di consumazione presso il bar/ristorante del Rifugio Marini durante ciascuna delle giornate del festival.

per informazioni e prenotazioni:
Rifugio Marini tel. +39 335 7772269;
Castellaccio: +39 348 3209140

per tutti i dettagli e le informazioni sui, luoghi, percorsi, ospitalità etc:

www.alturestival.it – facebook/alturestival

AlturEstival 2018: natura, arti e cultura tra i Monti di Sicilia

Depliant AlturestivalDal 4 agosto al 16 settembre – tra Monte Caputo e Monte Mufara

 

Parte il 4 agosto 2018 a Castellaccio l'edizione 2018 del festival "AlturEstival", dedicato alla natura, alle arti, alle culture da proporre sui Monti di Sicilia, dalla sinergia tra il Club Alpino Siciliano, l'Associazione Culturale Formedonda e la Società Due Sicilie.

Ll’incontro di queste tre realtà che operano nella Sicilia Occidentale nel campo della fruizione consapevole dell’ambiente e dello sport montano, della cultura e dell’organizzazione turistico-ricettiva, ha permesso di concepire, coinvolgendo ciascuna con le proprie prerogative e competenze, una proposta di attività condivise e coordinate per invogliare gli appassionati e gli amanti della montagna siciliana a fruirla anche in estate, quando la natura esprime tutta la sua bellezza anche in questi luoghi.

Le tre realtà si avvalgono infatti delle storiche, prestigiose ed esclusive strutture di accoglienza presenti in questi luoghi e dell’esperienza maturata in tanti anni di attività di promozione turistica, culturale ed ambientale.

Inoltre, sulla base di questi presupposti, è intendimento degli ideatori attivare un processo di coinvolgimento, finalizzate alla costruzione di un vero e proprio network integrato, di tutti quei soggetti istituzionali e privati che vorranno nel tempo condividere le proprie attività compatibili con la mission del progetto.

Il Sodalizio ha previsto per questa edizione 2018 vari momenti di partecipazione:

4 agosto
Castellaccio/Monte Caputo San Martino delle Scale – Musiche di Sedimentazione con Enzo Rao e Giuseppe Viola

11 agosto
Castellaccio/Monte Caputo San Martino delle Scale – La notte delle stelle con gli Agricantus e Alfredo Giammanco

12 agosto
Rifugio Merlino/Piano Battaglia – Solarium: la notte delle stelle con degustazione di vini da meditazione ed ascolto di musiche ambient

1 settembre
Rifugio Merlino/Piano Battaglia – residenza artistica con il Centro TAU ed l gruppo P.I.M. Pronto Intervento Musicale

2 settembre
Rifugio Monte Cervi – passeggiata sonora a Piano Cervi con il maestro Geronimo Cappelli

8 settembre
Castellaccio/Monte Caputo San Martino delle Scale Celebrazione del CXXVI anniversario del Club Alpino Siciliano a Castellaccio – Carlo Muratori in concerto

15 settembre
Castellaccio/Monte Caputo San Martino delle Scale: Musiche di Sedimentazione con gli Strepitz & Paolo Tofani (Area)

16 settembre
Rifugio "F. Crispi" Piano Semprìa (Caselbuono): raduno e partenza della "Passeggiata dei 4 Rifugi"

Per tutti i dettagli potete consultare la programmazione completa che è molto ricca e variegata e che vi suggeriamo di seguire presso il sito del festival.
ALTURESTIVAL

 

 

Programma Escursionistico 2017

Madonie

La Commissione Gite del Club Alpino Siciliano ha formulato per il 2017, il seguente programma di escursioni sui rilievi montuosi della Sicilia allo scopo di farne conoscere agli appassionati le bellezze paesaggistiche e naturalistiche e la necessità della loro difesa da degradazioni e scempi.

Il programma è stato, altresì, integrato con escursioni in alcune zone della Sicilia, dichiarate riserve naturali o aree protette.

La commissione Gite del Club Alpino Siciliano è pervenuta alla proposta di tale programma con l'augurio di fare cosa gradita ai Soci che desiderano dare un contenuto ed un significato moderno all'attività escursionistica affinché non sia solo fatica a se stessa, bensì un'occasione per vivere intensamente in montagna a contatto con la natura. Basi di molte escursioni saranno i Rifugi del Club Alpino Siciliano, sulle Madonie e sui Nebrodi, tutti ubicati nei punti più suggestivi delle nostre montagne.

CAS Rifugio Arcarolo

Primavera 2017

14/15/16 aprile 2017

Parco Naturale regionale delle Madonie –
Gita a Monte Cervi
pernottamento al Rifugio Monte Cervi

17 aprile 2017

Parco Naturale regionale delle Madonie –
Pasquetta a Rascata
Rifugio Rascata – Collesano

21-22-23 aprile 2017

Parco Naturale regionale delle Madonie –
Gita a Pizzo Corcò
pernottamento al Rifugio Vicaretto

25 aprile 2017

San Martino delle Scale
Pranzo al Castellaccio

28/29/30 aprile 1 maggio 2017

Parco Naturale Regionale dei Nebrodi
gita a Serra del Re
pernottamento al Rifugio Arcarolo

7 maggio 2017

Riserva Naturale Bosco di Ficuzza
Pizzo Bileo
sosta al Rifugio Torre del Bosco

14 maggio 2017

Parco Naturale regionale delle Madonie
Pizzo Luminario – Monte Ferro -1750 m.s.l.
Sosta al Rifugio Morici

21 maggio 2017

Parco Naturale regionale delle Madonie
Pizzo Dipilo
Sosta al Rifugio Rascata – Collesano

1/2/3/4 giugno 2017

Parco Naturale regionale delle Madonie
Traversata delle Madonie
sosta al Rifugio Merlino Alte Madonie

11 giugno 2017

Riserva naturale di Ficuzza
Gorghi di Godrano
sosta al rifugio Torre del Bosco

18 giugno 2017

San Martino delle Scale – visita alle Neviere
Pranzo al Castellaccio

Club Alpino Siciliano Castellaccio

Estate 2017

Estate Siciliana (luglio-agosto) nei Rifugi del CAS

Rifugio Crispi – Piano Semprìa
Rifugio Ostello della Gioventù – Piano Battaglia
Apertura coordinata dei bivacchi Vicaretto, Cervi ed Arcarolo con programmazione specifica

3/9 luglio 2017

Parco Naturale delle Madonie – Rifugio Ostello della GioventùSoggiorno Progetto Giovani in collaborazione con European Radio Amateur

14/15/16 luglio 2017

Parco Naturale Regionale dei Nebrodi
Apertura Rifugio Arcarolo

28-29-30 luglio 2017

Parco Naturale regionale delle Madonie
Apertura Rifugio Vicaretto

11->20 agosto 2017

Parco Naturale Regionale delle Madonie
Apertura Rifugio Cervi

24->27 Agosto 2017

Parco Naturale Regionale dei Nebrodi
Apertura Rifugio Arcarolo

17 settembre 2017

San Martino delle Scale
Sentiero degli Austriaci
Pranzo al Castellaccio
 

Club Alpino Siciliano - Rifugio Monte Cervi

Autunno 2017

24 settembre 2017

Riserva Naturale Bosco di Ficuzza
Bosco del Cappelliere
Torre del Bosco (Bileo) m. 957 s.l.m

30 settembre 2017

Parco Naturale Regionale delle Madonie –
Pizzo Dipilo
sosta al Rifugio Rascata – Collesano

8 ottobre 2017

Parco Naturale Regionale delle Madonie
Pizzo della Princicpessa -1900 m.s.l.
Sosta al Rifugio Morici

14-15 ottobre 2017

Parco Naturale Regionale delle Madonie
Torrente Vicaretto
pernottamento al Rifugio Vicaretto

20/21/22 ottobre 2017

Parco Naturale Regionale dei Nebrodi
Obelisco di Nelson
pernottamento Rifugio Arcarolo

28-29 ottobre 2017

Parco Naturale Regionale delle Madonie
Piano Poma
Rifugio Crispi – Piano Sempria

4/5 novembre 2017

Parco Naturale regionale delle Madonie
Monte Cervi
Pernottamento al Rifugio Cervi del CAS

12 novembre 2017

San Martino delle Scale
Gita al Castellaccio

19 novembre 2017

Riserva Naturale Bosco di Ficuzza
Torre del Bosco (Bileo) m. 957 s.l.m

26 novembre 2017

Parco Naturale Regionale delle Madonie –
Rifugio Rascata – Collesano.
 

Alle gite in programma potranno partecipare i Soci forniti d'idoneo equipaggiamento a seconda delle difficoltà di gita. Per le escursioni, in cui è previsto il pernottamento in rifugi o bivacchi, è necessario che i Soci si prenotino con anticipo di almeno sette giorni. La Commissione Gite si riserva di modificare il programma in funzione delle condizioni metereologiche o di altri fattori; pertanto, è necessario che i Soci interessati, nei due giorni antecedenti a quelli stabiliti per l'escursione, contattino la Sede via email (indicato qui sotto) o per telefono per essere messi al corrente delle eventuali variazioni.

Per informazioni e dettagli
segreteria@clubalpinosiciliano.it

Lettera aperta del Presidente

DSCN2775

Cari Soci, Socie e appassionati,

con l'entrata del nuovo anno e l'arrivo della prima neve importante sui nostri monti, intendo intervenire relativamente alla situazione critica dei rifugi e delle strutture ricettive che gravitano su Piano Zucchi e Piano Battaglia, e che richiede una rapida ed duratura soluzione.

Prima di far ciò però ritengo sia necessaria una doverosa premessa, utile soprattutto a chi non ha vissuto l'epoca pioneristica prima e di grande impegno poi di tanti appassionati che fanno o che hanno fatto parte del Club Alpino Siciliano, di cui mi onoro di essere il presidente e che negli ultimi anni è spesso stata dimenticata. Chi conosce questo Sodalizio e la sua storia sa che, grazie ai suoi fondatori (Fausto Orestano in primis) ed ai suoi soci attivi e presidenti (ricordiamo il compianto Giuseppe Crispi, tra i più noti ed importanti), esso ha storicamente posto le basi per il turismo montano sui monti di Sicilia, con un particolare riguardo alle Madonie.

Il famoso Rifugio Orestano di Piano Zucchi, costruito nel 1920, fu il primo rifugio costruito dal Sodalizio e potenziato negli anni '50 con il proposito di rendere la zona un luogo dove i siciliani potessero passare giornate all'aria aperta in uno dei posti più suggestivi dell'isola, senza dover per questo ambire a spostarsi a nord per avere un rapporto turistico con i monti. Grazie a questa intuizione di Fausto Orestano nacque così il Rifugio di Piano Zucchi, per come lo conosciamo ora, utilizzato prima solo come ricovero con un paio di camere e poi, dopo l'allargamento, con molti più posti letto e con un campeggio annesso. Tale luogo divenne quindi meta di migliaia di appassionati e amanti della montagna e da quel momento in poi iniziò lo sviluppo turistico della zona, creando i preamboli sia per lo sviluppo del villaggio montano di Piano Zucchi negli anni '60, e di altre strutture alberghiere, sia di Piano Battaglia. Quest'ultima località vide in pochi anni il potenziamento del Rifugio Marini da parte del Club Alpino Italiano (già costruito nel 1947), la realizzazione del Villaggio Montano da parte di tanti privati che costruirono il proprio villino di montagna, la costruzione del Rifugio Ostello della Gioventù “Piero Merlino” da parte del Club Alpino Siciliano nel 1973 e la costruzione degli impianti di risalita a metà degli anni '70. Con questa conformazione il binomio Piano Zucchi/Piano Battaglia doveva diventare l'esempio di come fosse possibile realizzare un turismo di montagna anche in Sicilia.

Il rilancio di Piano Battaglia che da qualche anno si sta cercando di promuovere, sia con la positiva riapertura del Rifugio Marini e adesso con i nuovi impianti di risalita, lascia ben sperare che questa formula possa riprendere ad esistere, sebbene i tempi siano cambiati e la coscienza ambientale, connessa a un “turismo sostenibile”, prenda sempre più il sopravvento indicando nuove forma di fruizione dell'ambiente montano. La posizione del Club Alpino Siciliano è sempre stata attenta a ben calibrare tale fruizione con un rispetto dei luoghi e della natura (famoso è il suo protagonismo nella nascita del Parco Naturale delle Madonie, nelle lotte per la difesa delle Riserve dello Zingaro, Pantalica e Vendicari, della riserva di Monte Cervi, etc.) ed anche in questa ripresa ci sia augura di riuscire ad intercettare e favorire questo tipo di fruizione equilibrata.

Fatta questa lunga premessa, tengo a sottolineare come negli ultimi tempi il nostro Sodalizio si stia ritrovando in una fase faticosissima nel suo storico ruolo di costruttore, manutentore e gestore dei rifugi da lui costruiti, poiché vari motivi, alcuni legati ad una progressiva complicazione burocratica dettata dalle nuove norme, altri all'assenza delle ingenti risorse economiche richieste, ne stanno mettendo a dura prova il lavoro volontario e la dedizione dei suoi Soci. Ogni giorno che passa ci duole constatare che il Rifugio Ostello della Gioventù “Piero Merlino”, la cui recente chiusura doveva essere per noi solo temporanea, dovuta solo a un semplice cambio gestione programmata, si sta invece prolungando oltre misura, per vari motivi burocratici e normativi, con un conseguente progressivo aggravio di costi per la manutenzione e, soprattutto, con la sottrazione di una struttura importante per l'ospitalità della zona.

Tale chiusura sommata a quella del Rifugio Luigi Orestano di Piano Zucchi, di cui abbiamo pronto da vario tempo un progetto di ristrutturazione dettagliato, ci rende particolarmente ansiosi, ma al tempo stesso risoluti, a vedere e ponderare con cura la soluzione di tali problemi e così poter dare il nostro contributo di supporto organizzativo alla zona.

Posso assolutamente dichiarare con orgoglio che il Sodalizio attraverso la mia persona ed il Consiglio Direttivo tutto si sta prodigando per la riapertura quanto più rapida possibile delle strutture chiuse così come di trovare formule compatibili per mettere a sistema le altre sue strutture presenti sui monti siciliani ed aumentarne la capacità di fruizione.
In quest'ottica la nostra speranza è di ritrovare ancora una volta al nostro fianco tutte le istituzioni, gli enti e gli amministratori locali che nel tempo si sono sempre dimostrati sensibili all'approccio da noi perorato, producendo così una virtuosa sinergia che ha permesso lo sviluppo del comprensorio per come lo apprezziamo adesso.

Mario Crispi
Presidente del Club Alpino Siciliano

 

 

Orestea, Delitto & Castigo al Castellaccio

 

Castellaccio a Monte Caputo (Monreale-San Martino delle Scale)
10/09/2016

LogoAlturestival7ESCURSIONISMO

Ora: 18:00 – Portella San Martino – Passeggiata ecologica al Castellaccio di Monte Caputo

VISITA GUIDATA

Ora: 18,45 – arrivo al Castellaccio, rinfresco e: visita del Castello

TEATRO

Ora: 19,30 – ORESTEA, DELITTO & CASTIGO – Compagnia Teatrale Volti dal Kaos

VoltiDalKaos3 copiaORESTEA, DELITTO & CASTIGO. note di regia

L’Orestea di Eschilo è l’unica trilogia di tutto il teatro greco classico che sia sopravvissuta per intero: rappresentata per la prima volta ad Atene nel 458 a.C., è formata dalle tragedie Agamennone, Coefore, Eumenidi. Esse rappresentano un’unica storia suddivisa in tre episodi, le cui radici affondano nella tradizione mitica dell’antica Grecia: l’assassinio di Agamennone, re di Argo, da parte della moglie Clitennestra, la vendetta del loro figlio Oreste che uccide la madre, la persecuzione del matricida da parte delle Erinni e la sua assoluzione finale ad opera del tribunale dell’Areopago. Delitto e castigo è un romanzo pubblicato nel 1866 dallo scrittore russo Fëdor Dostoevskij. La vicenda si svolge a Pietroburgo e narra di un duplice omicidio ad opera di un indigente studente, Rodion Romanovič Raskol’nikov: egli uccide in maniera premeditata la vecchia usuraia Alëna Ivanovna e successivamente, a causa di un imprevisto, Lizaveta, sorella dell’anziana donna. Il romanzo narra la preparazione dell’omicidio, ma soprattutto gli effetti emotivi, mentali e fisici che ne conseguono. Dopo essersi ammalato di “febbre cerebrale”, Raskol’nikov viene sopraffatto da una cupa angoscia, frutto di rimorsi, pentimenti, tormenti intellettuali e dalla paura di essere scoperto. La rappresentazione di Volti dal Kaos unisce l’unica trilogia superstite della drammaturgia greca, l’Orestea di Eschilo (costituita dalla successione dei tre drammi Agamennone – Coefore – Eumenidi), con uno dei più complessi romanzi della letteratura russa dell’Ottocento, Delitto e Castigo di Fëdor Dostoevskij. Il filo conduttore della messa in scena è duplice: da un lato il delitto, nella tragedia greca compiuto da Oreste nei confronti della madre Clitennestra e del suo amante Egisto (per vendicare l’uccisione del padre Agamennone), nel romanzo russo perpetrato dal giovane Raskol’nikov ai danni della vecchia usuraia Alëna Ivanovna e della sorella Lizaveta; dall’altro lato l’idea della “pena” intesa come “espiazione”, una sorta di castigo morale costituito dal riconoscimento della colpa commessa e dal rinnovamento spirituale. Tuttavia nelle due opere il movente dell’uccisione, la presa di consapevolezza e il giudizio finale avvengono secondo motivazioni e dinamiche differenti.

La compagnia teatrale Volti dal Kaos nasce nel 2007 all'interno dell'Istituto Salesiano "Don Bosco" – Villa Ranchibile di Palermo, per un’intuizione del preside di allora, don Salvatore Mangiapane, da un’idea di Gianpaolo Bellanca, regista e architetto, e di sua moglie, Myriam Leone, insegnante di Latino e Greco, entrambi docenti dell’Istituto, ed è costituita da allievi del liceo classico, scientifico ed economico, ex-allievi, giovani universitari più alcuni aspiranti scenografi, attori e registi che condividono con l'Istitutto finalità e obiettivi e godendo da sempre del suo pieno appoggio.


CONVIVIO

ore 21,00 Cena Sociale con spaghettata, pani cunzatu, sfincione e vino dell’Alto Belice

PANORAMI NOTTURNI

ore 22,00 panorama notturno della città di Palermo discesa a Paortella San Martino

CastelloNotturno2

La Notte delle stelle a Castellaccio

LogoAlturestival7

Luogo: Monte Caputo (Monreale) Giorno: 11/08/2016

ESCURSIONISMO

Ora: 18:30 – Portella San Martino – Passeggiata ecologica al Castellaccio di Monte Caputo

VISITA GUIDATA

Ora: 19,30 – Castellaccio: visita del Castello

MUSICA

Ora: 20,30 – Castellaccio: performance dal vivo ed atmosfere musicali dalla musica antica ai nostri giorni con

Duo Entr'Acte Fabio Faia, flauto Antonio Di Rosalia, chitarra DuoIl duo cameristico nasce nel 1998 dall’unione di due differenti esperienze artistiche. Ciò ha determinato il formarsi di un repertorio tratto sia da composizioni originali per chitarra e flauto sia da trascrizioni e arrangiamenti di brani estrapolati dalla letteratura musicale per altre formazioni. Tale repertorio ricopre un vasto periodo della storia della musica che va dal barocco (G.F. Händel, J.S. Bach) al romantico (M. Giuliani, F. Carulli) per giungere al moderno e contemporaneo (J. Ibert, A. Piazzolla, N. De Rose), e non è privo di contaminazioni da parte di vari generi quali jazz e sudamericano (C. Corea, Toquinho). Il duo, inoltre, esegue brani di propria composizione. Il duo Entr'Acte ha intrapreso l'attività concertistica esibendosi presso la Società "Canottieri Trinacria". In data 18 aprile 2007, presso i locali di palazzo Steri, ha tenuto una esibizione musicale nell'ambito di un Convegno Internazionale organizzato dal Dottorato di Ricerca in Biopatologia presso l'Università degli Studi di Palermo. Per conto dell'Associazione Kandinskij ha eseguito concerti nell'ambito della rassegna "i concerti dei maestri" e della stagione concertistica "Concerti di Primaestate". Vedi scheda completa


CONVIVIO

ore 21,30 degustazione di prodotti tipici locali della cucina siciliana: spaghettata, pani cunzatu e vino dell’Alto Belice

OSSERVAZIONE DEL CIELO

ore 22,00 osservazione della caduta di asteroidi della Notte di San Lorenzo

Una stella cadente: esprimi un desiderio! Che ci si creda o no, la notte di San Lorenzo non perde mai il suo antico fascino, e sono pochi quelli che resistono alla tentazione di mettersi alla finestra per cercare di scorgere qualche scia nel cielo della notte. Per chi volesse andare un po' oltre allo spicchio di cielo che vede dal balcone, ecco un momento per godersi appieno lo spettacolo.

Alturestival: un festival estivo per i Monti di Sicilia

LogoAlturestival7Parte il 9 agosto 2016 a Piano Battaglia il nuovo festival "Alturestival", dedicato alla natura, alle arti, alle culture da proporre sui Monti di Sicilia, dalla sinergia tra il Club Alpino Siciliano, l'Associazione Culturale Formedonda e la Società Due Sicilie.

Ll’incontro di queste tre realtà che operano nella Sicilia Occidentale nel campo della fruizione consapevole dell’ambiente e dello sport montano, della cultura e dell’organizzazione turistico-ricettiva, ha permesso di concepire, coinvolgendo ciascuna con le proprie prerogative e competenze, una proposta di attività condivise e coordinate per invogliare gli appassionati e gli amanti della montagna siciliana a fruirla anche in estate, quando la natura esprime tutta la sua bellezza anche in questi luoghi.

Le tre realtà si avvalgono infatti delle storiche, prestigiose ed esclusive strutture di accoglienza presenti in questi luoghi e dell’esperienza maturata in tanti anni di attività di promozione turistica, culturale ed ambientale.

Inoltre, sulla base di questi presupposti, è intendimento degli ideatori attivare un processo di coinvolgimento, finalizzate alla costruzione di un vero e proprio network integrato, di tutti quei soggetti istituzionali e privati che vorranno nel tempo condividere le proprie attività compatibili con la mission del progetto.

Il Sodalizio ha previsto per questa edizione 2016 tre momenti di partecipazione:

11 agosto: La notte delle stelle a Castellaccio/Monte Caputo

4 settembre: passeggiata a Piano Cervi

10 settembre: Celebrazione del CXXIV anniversario del Club Alpino Siciliano a Castellaccio

Per il resto della programmazione potete consultare il sito del festival.
Alturestival

 

 

Passeggiate ecologiche al “Castellaccio” luglio 2016

attività all'aria aperta, performance dal vivo, enogastronomia

Anche quest'anno attività alll'aria aperta al Castellaccio, sotto le stelle di luglio. Passeggiate, paesaggi, cultura e convivialità al Castello di San Benedetto a San Martino delle Scale (Monreale-Palermo) del XII secolo, periodo arabo-normanno, Questo il programma per il mese di luglio 2016.

Castellaccio: Absidi della Chiesa

Castellaccio: Absidi della Chiesa

9 LUGLIO 2016

ORE 18,30 raduno a Portella San Martino per la risalita
ORE 19.00 – passeggiata ecologica lungo il sentiero Ovest di Monte Caputo che porta al Castellaccio
ORE 19,30 – arrivo ed accoglienza al Castellaccio con degustazione
prodotti locali, pani cunsatu e sfincione

ORE 21,00 – “MEDITERRANEO…CULLA D’AMURI”

Viaggio tra storia e tadizione ,miti e leggede legati al nostro mare con ”cunti” e canti con:

Ninni Motisi (attore narratore), Matteo Orlando (cantante), Davide Polizzotto (chitarra), Salvatore Orlando (percussioni)

14 LUGLIO 2016

ORE 18,30 raduno a Portella San Martino per la risalita

ORE 19.00 – passeggiata ecologica lungo il sentiero Ovest di Monte Caputo che porta al Castellaccio

ORE 19,30 – arrivo ed accoglienza al Castellaccio con degustazione
prodotti locali, pani cunsatu e sfincione

ORE 21,00 – “IL FESTINO AL CASTELLACCIO”

Narrazioni, suoni ed evocazioni con

Giancarlo Romeo (chitarre 6 & 12 corde),

Ninni Motisi (attore narratore), Davide Polizzotto (chitarra)

 

Per informazioni per la partecipazione e costi di adesione si prega di contattare i seguenti numeri telefonici:
333 4935012 Ninni Motisi
091 581323 Club Alpino Siciliano
(ore 18,00/21,00 giorni feriali)

N.B. Si consiglia di munirsi di scarponi modello “Trekking” (o robuste scarpe sportive), maglione leggero o giacca a vento, torcia tascabile per la discesa notturna.

Attività a numero chiuso con POSTI LIMITATI e su prenotazione.

Rifugio “Melchiorre Morici” – Piano Imperiale

RIparazione in corso del RIfugio "Melchiorre Morici", Piano Imperiale, Castelbuono, mt. 1600 s.l.m.
RIapertura ai Soci prevista per la primavera 2016

Rifugio-Morici-20151121_125308

Rifugio-Morici-20151121_125542 Rifugio-Morici-20151121_125229 Rifugio-Morici-20151121_125203

LA NOTTE DEI DESIDERI

Organizzata dal CLUB ALPINO SICILIANO

CASTELLACCIO

SAN MARTINO DELLE SCALE

9 agosto 2015

CastelloNotturno2

Una stella cadente: esprimi un desiderio!

Che ci si creda o no, la notte di San Lorenzo non perde mai il suo  antico fascino e sono pochi quelli che resistono alla tentazione di mettersi alla finestra per cercare di scorgere qualche scia nel cielo della notte. Per chi volesse andare un po' oltre allo spicchio di cielo che vede dal balcone, ecco un’idea per godersi appieno lo spettacolo,

 

Programma

ORE 18,00 – raduno presso Forneria Messina e trasferimento a Portella San Martino

ORE 19.00 – passeggiata ecologica lungo il sentiero Ovest di Monte Caputo che porta al Castellaccio

ORE 20,00 – arrivo ed accoglienza al Castellaccio

ORE 21,00 – “SANTI, MARTIRI E BUTTANE” (Progetto domiNazioni) Spettacolo di intrattenimento a cura di Daniele Moretto ed “Apertura A Strappo” con la partecipazione di Maria Pia D’Atria

ORE 21,30 – spaghettata, pani cunzatu e vinello dell’alto belice

 

Informazioni e prenotazioni

NINNI MOTISI 333 4935012
LUIGI MIGLIORE 338 1054414

 

Breve curriculum artisti

Apertura A Strappo

E’ un blog (e gruppo) letterario palermitano fondato sulla
condivisione di idee, passione per la scrittura e per la lettura, ma
non  solo!

Daniele Moretto

Nato a Palermo e vissuto per molti anni a Firenze, è docente di Lettere e poeta, tenore, event-designer (diverse edizioni della "Giornata Mondiale Poesia, ideazione e cura di sette edizioni delle "Giornate delle Creature" ed altre manifestazioni) con l’associazione culturale “I Contemplari” di cui è fondatore e presidente; maieuta e cittadino attivo (“91 sedie per Danilo Dolci” è attualmente in corso, v. FB); autore/attore teatrale con predilezione per i reading di poesia, dal 2012 ideo-curatore del progetto “domiNazioni” che annovera gli spettacoli “Prossimo – Il Paradiso perduto” con Karoline Müller (2012) e “Notizie sacrosante e inverosimili sui santi compatroni di Palermo” (Settimana delle Culture, Palermo 2013) e di cui anche questo spettacolo fa parte.

Maria Pia D’Atria

Nata a Carrara, città del marmo, non poteva che diventar scultrice, nonché pittrice (laurea in pittura presso quell’Accademia di Belle  Arti). E’ anche poetessa dall’intensa vena analogica. Come artista della cartapesta, ha partecipato alla realizzazione dei carri degli hangar del carnevale di Viareggio, dove ha vissuto fino al 2014, quando ha deciso di trasferirsi “nella bella Palermo” che custodisce anche le sue radici, come si evince dal suo cognome. E’ alla sua prima esperienza teatrale.

Fabio Ventimiglia

Pittore palermitano, le sue opere sono pubblicate sul magazine “Expoart”; con la stessa rivista ha recentemente partecipato al NAF di Napoli. Come attore, ha preso parte allo spettacolo “Notizie sacrosante e inverosimili sui santi compatroni di Palermo” (Settimana delle Culture, Palermo 2013) nelle vesti di narratore.