Loading

117° Anniversario del Club Alpino Siciliano

24 ottobre 2009
1 novembre 2009

Castellaccio (Monreale) – Abbazia di S. Martino delle Scale

Il Club Alpino Siciliano, fondato a Palermo il 9 settembre 1892, celebra, con il 2009, i 117 anni dalla sua fondazione.

La sua storia nel XX secolo è stata caratterizzata da una intensa attività sportiva, culturale e sociale in montagna. Il Club, nel corso dei decenni, pur affermando la sua identità territoriale siciliana, si è, in tante occasioni, confrontato con realtà nazionali ed internazionali attraverso scambi giovanili, spedizioni extra europee, manifestazioni sportive.

Il Club Alpino Siciliano, nel nuovo millennio, vuole continuare ad essere testimonianza diretta di un associazionismo sano e longevo, attento ad una valorizzazione consapevole del turismo montano. ll Sodalizio, infatti, anche quest’anno, celebra il suo anniversario coinvolgendo il mondo degli amanti della montagna, della natura e dell’arte.


Al fine di creare forme di collaborazione volte allo sviluppo di una fruizione della natura montana sempre più attenta e consapevole, il Club intende incrementare la sinergia con le istituzioni pubbliche e con quei soggetti che, nel tempo, hanno contribuito al perseguimento di queste finalità.

Con questa occasione il CAS annuncia l’imminente riapertura alla fruizione del Castellaccio, di cui è proprietario dal 1898 e che è stato recentemente oggetto di interventi realizzati grazie alla partecipazione della Regione Siciliana.

L’Assessorato al Turismo della Regione Siciliana, e il Club Alpino Siciliano, grazie alProgetto Integrato InterregionaleTurismo Verde,” (L. 135/2001) hanno finanziato i lavori di manutenzione straordinaria.

Il Club Alpino Siciliano, da sempre attento alla salvaguardia dell’ambiente, ha inoltre stretto un accordo strategico con l’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste di Palermo, al quale ha concesso in uso la torre Nord-Est del Castellaccio ai fini del potenziamento del sistema antincendio dell’area di San Martino delle Scale. A questo scopo l’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste di Palermo ha ripristinato l’antica strada vicinale di servizio al castello, restituendo allo stesso un importante strumento di supporto logistico.

La riapertura del Castellaccio a Monte Caputo sarà un’opportunità per contribuire allo sviluppo di un comprensorio turistico-culturale inscritto nel triangolo Duomo di Monreale – Abbazia di San Martino delle Scale – Castellaccio.