Loading

Perché andiamo nelle terre alte

L’etimologia della parola wild [selvaggio] chiama in causa l’antico alto germanico wildi, l’antico norreno willr e il protogermanico ghweltijos. Tutti e tre i lemmi trasmettono implicazioni di disordine e irregolarità e, come ha scritto Roderick Nash, lasciano […] alla radice inglese will «un significato descrittivo di […] “volitivo” o “incontrollabile”». La wildness [selvaticità] secondo questa etimologia, è un’espressione di indipendenza dalla direttiva umana, e una terra selvaggia può essere intesa come una terra caparbiamente autodeterminata. Una terra che procede secondo leggi e principî propri, una terra le cui abitudini – la crescita dei suoi alberi, i movimenti delle sue creature, la libera discesa dei suoi torrenti fra le rocce – sono di sua propria progettazione ed esecuzione. (Robert Macfarlane. “Luoghi selvaggi.” Einaudi)

Immagini tratte dall’escursione Piano Sempria – Pizzo Carbonara del 25 ottobre 2020 (cliccare sulle immagini per ingrandirle).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.