Loading

Il Sentiero delle streghe

Sull’Etna esiste un antico tracciato noto come “il sentiero delle streghe” che dal Monte Baracca (1742m) sale ripidamente fino ai Pizzi Deneri (2847m). Di cosa si tratta?

Sentieri, valli e pizzi “delle streghe” sono parte integrante della cultura alpina e sono presenti in tutte le zone montuose d’Italia (famose le streghe della Val Camonica) e d’Europa (il sentiero delle streghe di Harz in Germania o la collina delle streghe di Juodkrantė in Lituania). Si tratta di solito di aree poco accessibili, anguste e tetre, che per questo motivo sono diventate oggetto di credenze popolari circa la presenza di entità malefiche. Anticamente si credeva che le streghe uscissero dopo l’ultimo Ave Maria della sera e che fino all’Ave Maria del mattino la loro azione negativa potesse insidiare animali e persone.

Forse non è un caso che sull’Etna il sentiero delle streghe, classificato oggi come sentiero n. 722 dal CAI, si trovi a nord della Valle del Bove (i versanti nord delle montagne sono i più bui e freddi), nella zona delle Concazze, una delle più impervie del vulcano, circondato dal Monte Corvo, Monte Nero, e dai Pizzi Deneri…

Su questo stesso versante alcuni soci hanno percorso di recente un sentiero parallelo (il n. 723 del CAI), più panoramico ma non meno faticoso e spettrale. Partiti dal Rifugio Citelli (1746m), si sono inoltrati nel bosco per raggiungere la Grotta di Serracozzo e poi la Serra delle Concazze, una cresta punteggiata da una serie di pizzi via via più alti, fino a raggiungere la Rocca della Valle (2738m) e i Pizzi Deneri (2847m). Superato l’Osservatorio Vulcanologico, i soci si sono spinti sul Piano delle Concazze, a quota 3000m, per poi arrivare alla base del Cratere di Nord-Est (3330m).

Ecco alcune foto del loro trek

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.